Chiodi di Garofano

Categoria : Spezie Erbe Radici

Prezzo:

ETTO: € 7,37

Origini

Pianta originaria delle isole Molucche, situate nell’arcipelago Indonesiano.

Indicazioni

 Infatti i primi accenni storici di questa pianta si hanno con Costantino che volendo fare un regalo al vescovo di Roma gli regala un vaso d’oro con 150 chiodi dentro. Poco a poco si riuscì a decentrare la sua produzione dalle Molucche ad altre isole vicine, fino alle Seychelles e Reunion. Dal 1800 in poi la storia si ripete: i francesi per sottrarre il monopolio della produzione agli olandesi (che avevano colonizzato la zona) riescono a rubare dei semi e far crescere la pianta anche nell’isola di Bourbon (la stessa della vaniglia) ed in altre zone del Sud America.

Benefici

I chiodi di garofano provengono dalla famiglia delle mirtacee, hanno importanti qualità mediche: antibiotiche ed antisettiche, il suo componente principale che è l’eugenolo è un ottimo antisettico orale e anche anestetico. Può essere utilizzato da chi ha mal di denti: basta mettere i chiodi accanto alla zona o dente dolente e tenerlo lì per un po’. L’eugenolo farà il resto.
In cucina si può utilizzare per condire la besciamella, soprattutto carne e poi anche verdure e magari purè di patate.

Ricette

Vin Brulé

 Il vin brulé. Bevanda molto diffusa nel nord Europa, dove le temperature sono spesso glaciali, è tipica del periodo delle feste natalizie o dei mercatini popolari invernali. Per prepararlo procuratevi:

  • 1 litro e mezzo di vino rosso
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 3 stecche di cannella
  • 10 chiodi di garofano
  • noce moscata
  • 2 arance
  • 1 limone
  • 1 mela

Lavate accuratamente la frutta quindi togliete la scorza da arance e limone, tagliate a rondelle la mela e versate il vino in una pentola capiente con lo zucchero. Aggiungete la cannella, i chiodi di garofano, le scorze tagliate, le rondelle di mela e qualche spicchio di arance e limone. Completate con la noce moscata, quindi mescolate per amalgamare e portate a ebollizione. Lasciate cuocere fino a quando lo zucchero si sarà sciolto, spegnete e filtrate il tutto con un colino. Servite il vin brulé caldo accompagnato da qualche biscotto allo zenzero.

NB: Acquisto Minimo 50gr






CONDIVIDI